Costruire Decostruire, tango senza confini

costruire decostruire

Laura Sasso

Versione Italiana

compera in formato epub
compera in formato Amazon Kindle
compera libro stampato direttamente
Euro 14.00 + 3.50 Shipping:




Il progetto Tango 3001 trae spunto dalla Ballada para l’años di Astor Piazzolla, nella quale si racconta di un personaggio che, tornato nel 3001, ode qualcuno che gli dice: coraggio, coraggio, è duro, eh? Morire e rinascere poi… Fondatore dell’Associazione e compagnia Tango 3001 è Plume Fontaine. Con Dorella Gigliotti egli affronta il tema del rinnovamento del tango argentino conservandone i caratteri autentici.
A partire dalle loro esperienze di ballerini professionisti, essi attingono ai linguaggi molteplici della danza classica, contemporanea e della contact improvisation.Plume Fontaine studia arti plastiche all’Accademia Reale delle Belle Arti di Bruxelles, si occupa di fotografia e cinema. Danzatore e coreografo, studia, tra gli altri, con Merce Cunnigham, Nicole Canonge, Carine Weihner, Daniel Larrieu, Wess Howard. E’ fondatore di compagnie e progetti: compagnia CLAN P4, collettivo dei coreografi de Midi Pyrénées CHOC, festival TBB, regiseur generale delle vetrine della danza e del festival TBB, gruppo ACQUA, compagnia Canyengue, Associazione Solo por dos, compagnia L’insieme di due, compagnia Tango 3001.
Tra le sue coreografie: L’insostenibile leggerezza dell’essere; riflessioni sulla semantica in Kundera; Lance l’eau du lac, riflessione sul Graal nel più profondo di ciascuno di noi; Bosco e Admira, forma di Romeo e Giulietta, omaggio ai due amanti di Sarajevo assassinati ingiustamente; Diluvio millennio, favola di fantascienza sull’evoluzione, secondo Darwin, da punti di vista biologici, politici e sociali.

Dorella Gigliotti consegue il diploma della Royal Academy di Londra, vince concorsi di perfezionamento al Teatro Municipale di Reggio Emilia e alla scuola del Mudra di Béjart a Bruxelles. Danza come solista e nel corpo di ballo del Teatro Regio di Torino con Micka Wan Hoeche, è prima ballerina nelle compagnie di Vittorio Biagi, Loredana Furno, Margherita Parilla, è tersicorea in opere teatrali e cinematografiche. Approfondisce lo studio del tango argentino con Federico Rodriguez Moreno.

Il libro trae spunto dalle esperienze maturate nei laboratori di danza tenuti da Plume Fontaine e Dorella Gigliotti nel 2000-2001 al Teatro Nuovo di Torino. In esso sono raccolte osservazioni sul tango argentino di vario genere, un’intervista a Plume Fontaine, immagini inedite di Luciano Gallino.
Lo studio del tango, inteso non solo come danza, ma come fatto complesso, ha offerto l’opportunità di affrontare sia problemi e temi specifici sia questioni più ampie.
Vi è l’attenzione per la danza, in quanto espressione artistica e per l’architettura in quanto espressione filosofica aperta ad altre discipline tra cui la musica, la pittura, la scultura.
Non è un manuale, né una storia, né un saggio compiuto, ma un insieme di considerazioni ordinate seguendo ragionamenti propri degli ambiti dell’architettura per una ri-lettura del tango in chiave compositiva, geometrica, strutturale, statica, rivolta ai neofiti e a chi già lo pratica da tempo.
Laura Sasso. Architetto. Vive e lavora a Torino